Vulva

Il carcinoma della vulva è una neoplasia rara e rappresenta il 4% di tutti i tumori ginecologici.

È più frequente nelle donne che hanno più di 50 anni, anche se sono in aumento i casi di malattia in pazienti di età inferiore a 40 anni. Il più comune tipo istologico di tumore della vulva è il carcinoma a cellule squamose, circa il 90% delle diagnosi, seguito dal melanoma.

I principali fattori di rischio per questa patologia sono l’età avanzata, l’infezione da Papillomavirus (HPV), il fumo di sigaretta, la presenza di condizioni infiammatorie croniche dell’apparato genitale esterno femminile e le condizioni di immunodeficienza cronica.

Nella malattia in regione vulvare l’elettrochemioterapia è utile nelle seguenti indicazioni:

  • Recidive da carcinoma spinocellulare
  • Metastasi da melanoma
  • Malattia di Paget.

Le consigliamo di confrontarsi col suo medico per capire se la terapia può esserle di aiuto.

La tecnologia utilizzabile per il trattamento della malattia vulvare è Cliniporator®.

Scrivi a oncologia@igeamedical.com per sapere qual è l'ospedale più vicino a te.

Il contenuto di questo sito web deve intendersi generico e non può sostituire diagnosi o trattamenti medici professionali. Cerca sempre il consiglio di un medico o di un altro operatore sanitario qualificato per qualsiasi domanda tu possa avere riguardo alla tua condizione di salute. Non ignorare mai un consiglio medico professionale a causa di qualcosa che hai letto su questo sito.
Questo sito web non consiglia o approva test specifici, medicinali, prodotti, procedure, opinioni o altre informazioni che possono essere menzionate sul sito.
Il sito e i suoi contenuto sono stati realizzati dal dipartimento di comunicazione al pubblico di IGEA S.p.A.

IGEA © 2018